Ciascuno cresce solo se sognato: incontro sull’educazione creativa a Macerata

A Macerata, la sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti ospita il ciclo di incontri (uno al mese, cominciati da gennaio e in conclusione a maggio) programmato all’interno del progetto ‘Ciascuno cresce solo se sognato – forme di educazione creativa a un mondo nonviolento”.

L’iniziativa è a cura del Teatro Rebis e realizzata con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Macerata, la collaborazione dell’Università degli Studi di Macerata, dell’Università della Pace della Regione Marche e del Centro per lo sviluppo creativo ‘Danilo Dolci’ di Palermo.

Il prossimo incontro si terrà il 15 marzo alle ore 17 con Emily Mignanelli, fondatrice di Serendipità, scuola libertaria con sede ad Osimo

Introduce prof. Fabrizio d’Aniello, docente di Pedagogia Generale e Sociale presso l’Università degli Studi di Macerata.

Emily Mignanelli, dottoressa in Scienze della Formazione Primaria, specializzata nel Metodo Montessori, fondaprima Lilliput, e poi Serendipità, le cui attività sono fondate sulla passione per le pedagogie sotterranee, la ricerca educativa, la sperimentazione e i viaggi in altre scuole.

Serendipità è  una scuola libertaria, per bambini in età prescolare e scolare, inserita all’interno di una magnifica cornice naturale.

Serendipità si prefigge lo scopo di promuovere un’educazione volta all’essere e non al dover essere.

Gli altri appuntamenti del progetto si terranno il 14 aprile alle ore 17 con Don Achille Rossi, direttore della rivista ‘L’altrapagina’ e animatore dell’esperienza ispirata a Don Milani del doposcuola di Riosecco, a Città di Castello; infine, il 10 maggio alle ore 17, con Franco Lorenzoni, insegnante di scuola primaria di Giove, in Umbria, e responsabile dell’ass. Cenci Casa Laboratorio, autore de ‘I bambini pensano grande’.

Ogni incontro sarà introdotto da un docente dell’Università degli Studi di Macerata e rivolto non solo a docenti e studenti, ma a tutta la comunità civile.

Il coordinamento del progetto è a cura di Meri Bracalente.

Sul sito e la pagina facebook del Teatro Rebis si può consultare il calendario completo delle iniziative.

Per ulteriori informazioni: teatrorebis.comunicazioni@gmail.com – 339.1176004

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.