C’era una volta l’Ospedale di Osimo. Racconta il tuo ospedale, un’installazione di arte e ricordi

Il presidio ospedaliero di Osimo rappresenta da molti anni un luogo simbolico, pratico ed operativo, per i cittadini osimani; un punto di riferimento che nel tempo è diventato parte della memoria storica della città.

Il reparto di Ostetricia, in modo particolare, si è sviluppato ed è diventato un fiore all’occhiello per il territorio della Val Musone. Grazie alla professionalità dei suoi operatori sanitari, ha ottenuto la Certificazione Unicef di “Ospedale Amico del bambino”, attento ai bisogni e alla salute di mamma e neonato.
Il calore di un ambiente familiare e la serietà del personale ha reso questo reparto insostituibile, una “sicurezza” per tutte le mamme. Oggi questo reparto rischia di essere chiuso definitivamente, in seguito ai tagli sulla sanità voluti dall’amministrazione regionale.
Insieme ai soci di Osimo, l’Associazione CalliopeBPS promuove nel territorio progetti di promozione e prevenzione primaria, in differenti settori (anziani, minori, famiglie, benessere scolastico etc..), tra cui quello della gravidanza.
Dato il movimento cittadino intorno alle scelte politiche di chiusura del punto nascita e l’importanza storica che esso ha avuto negli anni per il territorio, si è pensato di organizzare un’iniziativa che aiuti le nuove generazioni e, non solo, a ricordare questo punto nascita, sottolineando quindi il suo valore.
Tale progetto vuole avere una natura apartitica e apolitica. L’obiettivo è quello di informare le persone su quanto i luoghi, intesi sia simbolicamente che fisicamente possano essere di fondamentale importanza per la nascita e un radicamento nel territorio, sentendosene pienamente parte e partecipe.
Sarà organizzata una mostra presso l’atrio del Comune di Osimo, dove saranno esposte, oltre alle foto di Lavinia Mandolini, fotografa specializzata nella gravidanza e infanzia, anche tutti i racconti delle mamme e papà che hanno vissuto la gravidanza ad Osimo. Racconti, pensieri, riflessioni, ricordi, nomi, foto tutto ciò che rende testimonianza di vita, scritti a mano, disegni tutto ciò che veicola emozione!
Il progetto è rivolto a tutti i cittadini che hanno vissuto l’esperienza della maternità nell’Ospedale di Osimo e si rivolge anche a tutti i professionisti che negli anni si sono formati e hanno formato l’eccellenza dell’Ospedale.
Gli obiettivi che tale progetto si pone sono:
  • Sensibilizzare la popolazione rispetto al valore del reparto di Ostetricia e a quello che rappresenta per la città di Osimo.
  • Dare voce alle storie dei cittadini, alle loro emozioni, alla loro “arte”.
  • Creare un luogo di incontro e di discussione sul tema della maternità e sulle problematiche ad essa associate.
Metodologia
Si indirà nelle piattaforme social e non solo, una raccolta di pensieri, diari, fotografie, documenti storici, che possano dare voce alle esperienze, da più punti di vista dell’esperienza di maternità nel reparto di Ostetricia.
I documenti verranno raccolti tramite posta ordinaria, preferibilmente scritti a mano.
Il materiale pervenuto sarà verrà allestito in un contest e sarà esposto in una sala del Comune di Osimo.
Il Contest sarà creato grazie alla partecipazione degli studenti Centro Studi Design Sperimentale di Ancona, con la collaborazione di Lavinia Mandolini fotografa, afferenti alla Associazione Italiana Fotografi di Bambini. Verrà organizzato un incontro di presentazione della mostra, durante il quale verranno letti alcuni dei racconti ricevuti.
Tempi di svolgimento
Il contest verrà realizzato alla fine di Maggio 2016. Nel mese di Maggio 2016 avranno luogo l’evento di presentazione e l’istallazione fotografica che resterà attiva per almeno due settimane.
Partner
Comune di Osimo, PoliArte – Centro Sperimentale Design
Chi siamo
Calliope Associazione Bio-Psico-Sociale, è un’associazione di Promozione Sociale, senza finalità di lucro, che nasce in data 4 luglio 2012.
Per info e per partecipare
Dott.ssa Giorgia Marziani, Telefono: 338.2628833 Mail. giomarziani@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.