A Tolentino (Mc) un parco davvero per tutti: giochi anche per i diversamente abili

L’Amministrazione comunale di Tolentino (Mc) si fa notare per un’iniziativa esemplare: sensibilizzare l’opinione pubblica sulla scarsa attenzione nei confronti di coloro che hanno problemi di deambulazione non solo derivanti da handicap ma anche per altri motivi, come le persone anziane, o chi si trova momentaneamente a muoversi con l’ausilio delle stampelle o alle mamme e alle loro carrozzine.

Per questo ha voluto dedicarsi alla risistemazione di aree e parchi pubblici, per adeguarli in tal senso. E’ il caso del Parco Isola d’Istria con l’installazione di nuovi giochi anche per persone diversamente abili. L’acquisto dei giochi istallati al Parco Isola d’Istria è stato finanziato dall’Amministrazione comunale di Tolentino, dal Rotary Club di Tolentino e dall’associazione Lesi non Arresi.

Il programma dedicato a“Un Parco per tutti” prenderà il via sabato 13 febbraio alle ore 20.30, con una cena di beneficenza nel salone medioevale della Basilica di San Nicola. Per i più piccoli è prevista animazione. Prezzo 20 euro. Il ricavato sarà devoluto all’acquisto di altri giochi da sistemare nei parchi cittadini.

Domenica 14 febbraio al cine teatro Don Bosco, alle ore 16.30, ci sarà la cerimonia di consegna di un tavolo da ping pong da parte del Cus Camerino a Lesi non Arresi, che sarà posizionato al Palasport “G. Chierici”. Alle ore 17 si terrà una presentazione sportiva del tennis da tavolo anche per i diversamente abili.

Alle ore 17.30 andrà infine in scena lo spettacolo teatrale interpretato da David Anzalone “Targato H”, che ribalterá le concezioni comuni della disabilitá e non solo, con la sua comicità irriverente.

Sia il ricavato della cena che della serata con DAVID ANZALONE andranno per l’acquisto di giochi per bambini disabili. Tutte le informazioni per prevendite e prenotazioni presso Silvia Luconi Vivitolentino, Proloco, VICHI X IL VERDE, Paolo Vichi, Caffe Manzoni, Fabrizio Scofield Iezzi Lucia Vichi Mattia Gatti.

A sostenere l’ iniziativa ci sarà anche All-In (https://www.facebook.com/progettoallin/?fref=ts), progetto di prevenzione del gioco d’azzardo patologico, che sottolinea l’importanza e l’utilità del gioco inteso in senso tradizionale, laddove gioco e sport comportano abilità impegno e socializzazione, a differenza del gioco d’azzardo che comporta fortuna disimpegno e decontestualizzazione sociale.

Il progetto è finanziato dalla Regione Marche e gestito dagli Ambiti Territoriali Sociali 14, 15, 16, 17 e 18, insieme con il Dipartimento Dipendenze Patologiche ASUR AV3, l’Ass.ne GLATAD onlus, Ass.ne Auto-Mutuo-Aiuto, l’Ass.ne Scaccomatto e la Coop. COOSS Marche.


 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.