Ciao! Mi chiamo Zu Coniglio, Ludovica Cupi, Firenze, Ed. Clichy, 2014.

Nuova segnalazione per la rubrica dedicata ai libri per i bambini e i ragazzi di mammemarchigiane.it.

Consiglio testi per le diverse fasce di età, basandomi sul successo che le singole opere hanno suscitato sui bambini che li hanno letti e partendo, ovviamente, dalle reazioni dei miei figli!

Tutte le recensioni sono consultabili nella sezione LIBRI del sito

*****************

Ciao! Mi chiamo Zu Coniglio, Ludovica Cupi, Firenze, Ed. Clichy, 2014.

32 p.; ill.; rilegato

zu coniglio

Ho scoperto Zu Coniglio un pomeriggio d’inverno, durante uno degli appuntamenti di Libriamoci, festival del libro illustrato, che si tiene a Macerata da diversi anni.

La bravissima Elena Carrano teneva un laboratorio di orientamento sulle modalità di lettura nei testi per l’infanzia e, tra le tante pagine sfogliate e i testi citati è saltato fuori questo coniglio stilizzato, naïf nell’aspetto e nel ‘carattere’, carico di simpatia.

Ho testato subito l’efficacia narrativa di Zu con i miei due severissimi critici letterari e la prova è stata superata a pieni voti!

Qualche tempo fa girava sul web una frase, condivisa da tanti genitori, diceva pressappoco così: “non importa quanta dignità tu abbia, se un bambino ti passa un telefono finto, tu devi rispondere!”.

Allo stesso modo, direi che leggere Zu Coniglio mette alla prova l’adulto, che deve impegnarsi nell’interpretazione corretta, pena la non efficacia della narrazione e l’insoddisfazione del suo prezioso pubblico.

Zu ha un piccolo difetto di pronuncia, ha la S sibilante,come un ferpente a fonagli che frifcia, con le frifce e molto velenofo” e adora mangiare i “pifelli“.

E’ un coniglio fimpatico, efpanfivo, forridente... e tu, adulto che leggi, DEVI calarti nella parte e farti trascinare, tra campi di carote e orecchie lunghe e morbide, nelle risate che i bambini si fanno ad ascoltare le sue avventure e a sentirti parlare in modo così strano.

Una grafica semplice ed immediata, un’intuizione geniale, quella dell’autrice Ludovica Cupi, che fanno del suo testo una scelta vincente per i piccoli lettori… ma anche per noi grandi, costretti piacevolmente a calarci nella parte, mettendo da parte tutti i nostri anni di troppo!

Età consigliata: dai 20 mesi in su