Questo post è stato scritto dall’Avvocato Francesca Forani, collaboratrice del Club delle Mamme Marchigiane, nel suo FamigliaBlog:

L’immortalità è dire ogni giorno “Ci vediamo domani”, diceva il protagonista dell’omonimo film interpretato da Enrico Brignano, perché quando pronunciamo quelle parole crediamo davvero che nulla possa accaderci.

Poi leggiamo notizie come: “Guida drogato sul Grande Raccordo Anulare e travolge auto. Muoiono un carabiniere e la moglie. L’investitore risultato positivo al test antidroga: prima ricoverato in ospedale poi portato a Regina Coeli. Le vittime lasciano due figli di 5 e 8 anni”, e pensiamo: e se succedesse a noi, a chi lasceremmo i nostri figli? 

La legge stabilisce che, se un minore resta senza genitori, il giudice tutelare provvede a nominare un tutore.

Generalmente, il tutore viene scelto tra le persone più vicine al minore: nonni, zii o tra coloro che si siano occupati del minore in virtù di un rapporto affettivo costante.

Potrebbero essere scelte anche persone non legate da vincoli di parentela, purché abbiamo un particolare legame con il minore, ed età e condizione familiare tale da consentire che la sua crescita  avvenga in un ambiente sano ed idoneo.

Il giudice potrebbe anche sentire il minore se l’età (deve aver raggiunto 16 anni) e la sua capacità di discernimento lo consentono.

Se, invece, siamo genitori previdenti potremmo inserire la designazione di un tutore per i nostri figli minori nel testamento.

Ce lo consente l’art. 348 del codice civile.

Tale designazione ha valore solo se proviene dal genitore legittimo, naturale o adottivo, che abbia esercitato per ultimo la potestà genitoriale sul minore.

Un problema potrebbe sorgere nel caso di commorienza dei due genitori …

Continua a leggere su: Genitori, non siete immortali! | Famiglia blog.

**********

L’Avv. Francesca Forani specializzata in diritto di famiglia mette a disposizione delle mamme marchigiane la propria competenza e professionalità per rispondere a quesiti e dubbi di argomento legale, in merito a questioni familiari o relative ai minori: visita la pagina L’Avvocato di famiglia